Cinema & Tv

I miei 5 attori preferiti

Forse vi sorprenderà trovare questo articolo questa settimana. Fino a ieri sera mi sentivo motivata a parlare solo di black friday, di questa febbre che è partita negli stati uniti e che quest’anno è scoppiata in maniera più violenta anche in Italia, dato che fino all’anno scorso era limitata ai siti di e-commerce e poco altro. Eppure no. Prima di tutto perché ci sono alcune cose che non condivido (prima tra tutte, gonfiare i prezzi sotto il periodo per poi vantare un super sconto, lo fa anche Amazon purtroppo). Secondo, per mancanza di trasparenza e, terzo, perché preferisco evitare di fare shopping in luoghi affollati.

Inoltre, l’aver visto I crimini di Grindelwald lunedì, mi ha aperto tante questioni nella testa, del tipo “Io avrei fatto così…”, “Io avrei tolto questo…”, eccetera. Ogni volta che guardo un film, difficilmente mi annoio. Tuttavia, allo stesso tempo, mi dispiace quando le mie aspettative non vengono soddisfatte e mi sento quasi in colpa. Per questo motivo mi piace fare delle proposte su quello che sarebbe stato meglio fare e non fare, facendo dei lunghissimi ragionamenti, spesso insieme al mio ragazzo, che, alla fine, mi portano ad un risultato che nella mia testa è più che soddisfacente. Essendo, per me, l’interpretazione di Grindelwald uno dei punti dolenti dell’ultimo film della saga di Animali Fantastici, ho pensato a decine di attori che avrei voluto vedere nei panni dell’amico-nemico di Silente. Anche se il responso non ve lo dico (mi piace mantenere un po’ di mistero), tra i nomi che sono scorsi nella mia testa c’erano anche alcuni tra quelli che preferisco.

Mi sono quindi chiesta, amando tanto il cinema, perché non stilare una classifica con i miei attori preferiti? Il mio giudizio, ovviamente, è personale e soggettivo, in quanto rispecchia molto i miei gusti cinematografici.

Cominciamo. Allons-y!

Il versatile: Harrison Ford

giphy4
Credit: giphy.com

Partiamo da un attore più pop. Oltre che essere il meraviglioso, intrigante ed unico Han Solo di Star Wars, Ford ha indossato i panni di un altro dei miei idoli cinematografici, ovvero Indiana Jones, e dell’indimenticabile Rick Deckard di Blade Runner. Ma non è solo un attore che si presta ai colossal e ai franchise da geek, ma è anche un ottimo attore sia nei ruoli drammatici, sia nelle commedie. Tra le mie interpretazioni preferite c’è anche quella di Linus Larrabee nel reboot di Sabrina, di Sidney Pollack. Pur non battendo il personaggio originale interpretato da Humphrey Bogart, Ford riesce a rendergli omaggio in maniera eccellente, anche se il film risulta essere un po’ fiacco rispetto a quello di Billy Wilder.

Il belloccio: Hugh Grant

Notting_Hill_Hugh_Grant_foto_dal_film_1_mid
Credit: screenweek.it

Questa scelta forse lascia un po’ spiazzati, visto che non è propriamente un mago della recitazione, ma al nome di Hugh Grant lego alcuni dei film che più hanno accompagnato la mia infanzia vissuta con una televisione dove i film dovevano piacere a tutta la famiglia. Potrei riassumere il tutto con un titolo, che è anche uno dei miei quartieri londinesi preferiti: Notting Hill. Questo film aveva tutto: la storia d’amore che piaceva a mamma, la colonna sonora con Charles Aznavour per papà, dei personaggi divertenti e improbabili e l’ambientazione londinese. Fatto curioso, e particolarmente interessante per i potterhead che passeranno per la pagina: inizialmente, per il personaggio di Gilderoy Allock (o Gilderoy Lockhart per i puritani) di Harry Potter e la camera dei segreti, si era pensato a Hugh Grant, che dovette però rinunciare per altri impegni. Pur essendo stata molto contenta dell’interpretazione di Kenneth Branagh, mi sarebbe piaciuto tantissimo vedere anche quella di Grant, che sicuramente sarebbe stata iconica.

Il cattivo perfetto: Christoph Waltz

giphy5
Credit: giphy.com

Diciamocelo: quando arrivi a temere ed odiare un personaggio, significa che l’attore che lo interpreta è un genio. Tra tutti i cattivi dei film che ho visto, il cattivo che ho apprezzato di più è sicuramente il colonnello Landa in Bastardi Senza Gloria di Quentin Tarantino, interpretato da Christoph Waltz. L’attore tedesco è decisamente portato per fare il cattivo, come si è visto anche in 007 – Spectre, dove interpreta Blofeld, una vecchia conoscenza, che si rivelerà fatale, per James Bond, ma anche in Carnage, di Polanski, dove interpreta un genitore più interessato alla carriera che al figlio. In ogni caso, Waltz, sa essere sempre ed immancabilmente convincente nei ruoli che riveste e, per quanto si diverta a fare il cattivo, apprezzo molto anche le sue interpretazioni dalla parte del giusto, come su Django Unchained.

Il più simpatico: Martin Freeman

telemmglpict000157496739_trans_nvbqzqnjv4bqtec22avwt1y_ikp3xwaqmzodutsn-ntwe0yzoddanpm
Credit: telegraph.co.uk

Come forse avrete appreso dal mio articolo 5 motivi per cui sono una geek, stimo moltissimissimo Martin Freeman. Nel senso che considero tutto ciò che tocca oro, o quasi. Per farvi capiro cosa intendo, vi svelo un segreto: pur essendo una geek super affermata, non sono mai stata super appassionata del Signore degli anelli. Orrore! Come è possibile?! Eh, lo so. La saga di Bilbo baggins e co. non mi ha presa come avrei voluto, mi piace, ma non mi fa impazzire, molto probabilmente perché non sono molto appassionata di ambientazioni di stile medievale, ragion per cui anche il Trono di spade non mi manda fuori di testa come succede per il resto del mondo. A questo, voglio aggiungere un’altra blasfemia: Lo Hobbit mi è piaciuto molto della saga precedente (in ordine di uscita, non cronologica). Il motivo è da attribuire al 100% a Freeman. Mi piace come interpreta i suoi personaggi: inserisce quel tocco di nerd che a me fa impazzire. Lo si può notare in Watson su Sherlock, su Guida Galattica per autostoppisti e in Fargo. Questa sua bravura gli fa guadagnare il secondo posto.

Il più bravo: David Tennant

1289e3d84a4aacb9a57e629006ee7fa8
Credit: pinterest.com

Forse i più non lo conoscono, se non come Barty Crouch Jr. in Harry Potter e il calice di fuoco (devo smetterla di parlare di HP), ma per farvi capire quanto lo ammiro, posso solo dire che quei pochi minuti per me sono una delle parti migliori del film. Inglesissimo (eh, per forza!) e serissimo, Tennant ha, secondo me, tutto ciò che un attore deve avere. Non è il classico belloccio, si presta a qualsiasi ruolo e ha un modo personale per dare carattere a qualsiasi personaggio. In primis, Doctor Who, visto che interpreta il decimo dottore, che è anche il mio preferito. Poi il tenebroso detective Alec Hardy in Broadchurch, una delle mie serie preferite negli ultimi anni, e il cattivissimo Kilgrave in Marvel’s Jessica Jones, in cui salva praticamente tutta la serie tv. Tra le cose che più amo di lui c’è il meraviglioso accento scozzese, che è musica per le mie orecchie da geek (sì, ho gusti strani). Se siete curiosi vi consiglio vivamente Broadchurch, potete trovarla anche su Netflix.

Concludo qui il mio post, sperando di aver stuzzicato il vostro interesse anche per qualche nuovo film o qualche serie tv. E i vostri attori preferiti chi sono?

“Addio e grazie per tutto il pesce”.

2 pensieri riguardo “I miei 5 attori preferiti”

  1. Martin Freeman è un fuoriclasse, Harrison fantastico. Già solo con la faccia riesce a comunicare uno stato emotivo prima ancora che il dialogo cominci (o continui)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...